vasco_da_gama_board_game

Vasco Da Gama

Lo chef impiatta raffinate pietanze a base di pesce: VASCO DA GAMA
 

Posti in Tavola: Da 2 a 4 buongustai.

(Difficoltà ) Una cena normale condita, però, con spezie sapienti e colorate (gioco medio)

(Durata) Un pasto completo, ma il caffè si prende al bar (15/min a giocatore)

(Meccaniche) Le portate hanno il sapore della gestione risorse, spolverate da una selezione personaggio dagli inaspettati risvolti risolutivi

 

In questo titolo saremo chiamati ad impersonare dei costruttori di navi all’epoca delle grandi esplorazioni, e dovremmo occuparci di ogni aspetto di questo mestiere, dall’acquistare i progetti migliori (ma più costosi) al procurarci un equipaggio e un capitano in grado di condurre la nostra nave in uno o più porti del nuovo mondo, fino a reperire i fondi per queste operazioni, magari andando a chiedere favori a uno dei quattro personaggi storici rappresentanti i quattro aspetti della società  coinvolti nel “bussiness” dell’esplorazione: Il re, che fornisce punti vittoria. Il potere militare, che fornisce azioni aggiuntive, il clero, che fornisce invece forza lavoro da impiegare sulle navi più grandi, e infine la casta degli architetti navali, che permetteranno di varare navi “commerciali” che hanno il solo scopo di occupare le rotte per impedire agli altri costruttori di monopolizzare qualche porto. La perla di questo gioco sta nel suo sistema di selezione azioni a “due fattori” in cui ogni volta che viene occupato uno spazio, deve essere anche prelevato il numero che indica in che ordine le azioni verranno svolte. Soltanto che, a partire da un valore casuale determinato ogni round, prima si vorrà  fare l’azione, più monete saremo costretti a pagare. Un sistema appagante che permette, tramite un’attenta pianificazione, di occupare per primi gli spazi più ambiti, permettendoci comunque di svolgere l’azione nel momento più opportuno durante il nostro turno, dato che i numeri saranno chiamati sequenzialmente. Questo sistema alza anche di qualche tacca l’asticella dell’interazione, cattiva, che ci permetterà  studiando le finanze dei nostri avversari, di toglierli la possibilità  di agire prima di noi, o al contrario di risparmiare soldi e lasciar andare prima coloro che possono permetterselo, senza conseguenze per i nostri piani. Se a questo uniamo il sistema doppio per ricevere i punti che premia in maniera scalare il primo arrivato ma con la nave più grande (e che quindi viaggia più velocemente e arriva più lontano) avremmo un gioco complesso, ben ambientato e con quel tanto di cattiveria che lascia sempre la voglia di rigiocarlo.

 

Allergeni: Non adatto a chi mal digerisce le cattiverie e le bastardate fatte solo per togliere punti, e a chi proprio risulta intollerante all’alea che le tessere casuali girate ogni turno possono generare.

 

Vogliosi di assaggiare quello che le chef ha preparato? Venite in Tana ogni martedì a provare  questo e molte altri titoli, e seguiteci su Facebook per conoscere tutti i nostri eventi.

 by MoMarOne

Lascia un commento