Signorie

Signorie

Lo chef vi propone un pranzo da matrimonio (combinato): SIGNORIE

Posti in Tavola: Da 2 a 4 buongustai.

(Difficoltà ) Un pasto corposo, dal sapore conosciuto ma con qualche fresca trovata (gioco medio)

(Durata) Una cena completa, ed un amaro per digerire (20/min a giocatore)

(Meccaniche) Il piatto medioevaleggiante ha il sapore tipico della Gestione Dadi, accompagnato da una fresca Insalata di Punti e Collezione Set.

 

Altro titolo di autori italiani, che ci mette nei panni di Capostipiti di antiche famiglie nobiliari rinascimentali, intenti a dare un futuro ai nostri figli, siano essi maschi, con a disposizione tre carriere tra cui scegliere (quella militare, nobiliare o religiosa) oppure femmine, che hanno il solo scopo (ahimè era proprio così) di maritare qualche ricco rampollo per potersi fregiare di un bel blasone nuovo. Gestiremo la vita dei nostri discendenti tramite la gestione di cinque tipologie di dadi, che aprono ad altrettanti alberi di azioni, permettendoci, andando avanti nel gioco, di compiere sempre più azioni con un solo dado, con un simpatico meccanismo “a cascata” che porta il dado di una fila a potenziare quello della fila successiva. Interessante anche il bilanciamento tra il punteggio del dado, che se abbastanza alto permette di risparmiare denaro che altrimenti saremo costretti a spendere per compiere le azioni, e la somma degli stessi, che superato un certo limite ci preclude l’accesso a dei potenti bonus di fine turno. L’interazione si manifesta soprattutto sulla scelta dei dadi e sui possibili matrimoni che permetteranno di conquistare un blasone specifico piuttosto che un altro magari di minore valore. Le meccaniche del gioco favoriscono, di generazione in generazione, varie combinazioni volte tutte a fornire punti vittoria, e una durata contenuta rende sempre avvincente la partita, impedendo a qualcuno di prendere il largo, proprio per l’equilibrio stesso tra le varie strade per diventare la famiglia più potente. Materiali e grafica di ottima qualità  aiutano a calarsi nei panni di Nobili pater familias medioevali, senza però riuscire completamente nell’intento di trasmetterci sentori di quell’epoca.

 

Allergeni: Ne stiano alla larga i cercatori di ambientazioni ben caratterizzate, e gli strateghi a lungo termine. La scarsa interazione e il poco controllo sulle azioni degli altri potrebbero sfogare in pruriti incontrollati nei maniaci della gestione.

 

Vogliosi di assaggiare quello che le chef ha preparato? Venite in Tana ogni martedì a provare  questo e molte altri titoli, e seguiteci su Facebook per conoscere tutti i nostri eventi.

 by MoMarOne

Lascia un commento