Shadows over camelot

Shadows over Camelot

Lo chef apparecchia la tavola rotonda: SHADOWS OVER CAMELOT

 

Giocatori: 3 – 7

Difficoltà: Media

Durata: gioco breve (10-15 min/giocatore)

Meccaniche: Cooperativo con traditore (Tutti contro il gioco) – Deduzione

 

Tra i giochi cooperativi negli ultimi tempi impazza la variante “con traditore” di cui questo titolo è stato uno dei primi esempi. Ci viene chiesto di impersonare uno dei Cavalieri della mitica Tavola Rotonda, e di fronteggiare, da soli o assieme ai nostri compagni d’arme, le numerose minacce ordite dalle forze del male che incombono sulla florida Camelot. Ogni turno il caos ci costringe a scegliere se sacrificare la nostra salute (Punti Vita) oppure permettergli di acquisire maggiore forza (pescando le carte che verranno distribuite nelle varie plance, rappresentanti le prove da superare) mentre noi Cavalieri saremmo intenti, contemporaneamente, a cercare il Santo Graal, raccogliere Excalibur, sconfiggere le orde dei Vichinghi o dei Pitti, recuperare la mitica armatura di Lancillotto, fino a sfidare il Cavaliere Nero in torneo oppure sconfiggere il Drago! Il tutto mentre misteriose macchine da guerra assediano il castello, e dulcis in fundo, un traditore trama nell’ombra, aiutando il caos cercando di non farsi scoprire. Il titolo, come da tradizione della casa di produzione, ha materiali e grafica davvero straordinarie e coinvolgenti, con tanto di miniature dei vari cavalieri, nemici e macchine da guerra (considerando che il gioco è uscito molto prima che queste diventassero “normali” all’interno dei giochi da tavolo), e aiuta ad entrare nell’atmosfera anche il fatto che il regolamento invita noi giocatori a non parlare in maniera “prosaica” delle proprie carte e strategie, ma piuttosto di trovare una maniera “aulica” di comunicare con i nostri compagni, in maniera simile ad un Gioco di Ruolo. Il gioco in sé è molto difficile da battere, e necessita di un’attenta strategia di gruppo e di pianificare bene i propri spostamenti tra le varie “quest” nonchè di un pizzico di fortuna, sempre tenendo presente che uno dei propri compagni potrebbe essere un traditore. Ma proprio questa sua difficoltà rende più appagante una vittoria delle forze del Bene.

Siete pronti a difendere Camelot e Re Artù dalle opprimenti forze del Male? Venite in Tana ogni martedì a provare  questo e molte altri titoli, e seguiteci su Facebook per conoscere tutti i nostri eventi.

 by MoMarOne

 

Lascia un commento