First-Class-Closeup

First Class

Lo chef vi invita a sedere nel vagone ristorante: FIRST CLASS
 

Posti in Tavola: Da 2 a 4 buongustai.

(Difficoltà ) Un buffet di quelli ricchi, in cui però la combinazione sbagliata di sapori può nuocere all’esperienza generale (gioco medio)

(Durata) Un buffet è un buffet, dopo un paio di piatti ti passa la voglia di alzarti di nuovo (15/min a giocatore circa)

(Meccaniche) Le combinazioni dei sapori dati dalle carte, conditi con qualche cattiveria di selezione stretta.

 

Uscito nel 2016 e nato dagli stessi autori di Russian Railroads proprio come versione “di carte” di quest’ultimo, il titolo ci mette nei panni di costruttori ferroviari, che devono gestire le linee in tutti, ma proprio tutti, gli aspetti: allungare i binari, abbellire ed ingrandire i treni, far procedere i conduttori e le locomotive, fino a far salire i passeggeri giusti, e a seconda del modulo anche caricare i loro bagagli. Tutto questo attraverso tre fasi di gioco, in cui saremo chiamati a scegliere una carta tra le tre file disponibili. Diciotto mosse in tutto per terminare la partita, cosa porta ogni scelta ad essere fondamentale, tanto che la selezione di una carta sbagliata può decretare la perdita di qualche posizione nel finale di partita, vista anche la stretta selezione che porta a scartare un’intera fila di carte non appena da questa saranno state prelevate tante carte quanto è il numero dei giocatori. Un gioco totalmente basato sulle combinazioni delle carte, che seguono tre grandi filoni, quello delle stazioni, quello dei treni, e quello della qualità dei vagoni. La longevità è garantita dalla presenza nella scatola di ben cinque moduli da aggiungere al modulo base solo a coppie. Le combinazioni e la presenza di carte diverse, per esempio inserendo il modulo dell’assassinio o quello degli scambi, cambiano anche di molto le strategie, rendendo il gioco sempre fresco e mai banale. L’unica pecca è data dall’ambientazione davvero inesistente o quasi, tanto che dopo qualche partita ci si ritrova solo a fare conti su quale carta ci darà il maggior vantaggio, senza stare a pensare che questa possa essere una stazione oppure un biglietto, o il miglioramento di un vagone. La durata limitata e la grafica sempre chiara e di facile lettura lo rendono comunque un piacevole gioco medio, quasi un introduttivo, per chi volesse muovere i primi passi nei giochi di carte, ormai sempre più presenti sugli scaffali.

 

Allergeni: Ci saranno sfoghi allergici in tutti coloro alla ricerca di un’ambientazione sentita e di scelte di flusso di gioco motivate e coerenti, mentre potrebbe sfociare solo in un leggero prurito nei giocatori che pretendono interazione serrata.

 

Vogliosi di assaggiare quello che le chef ha preparato? Venite in Tana ogni martedì a provare  questo e molte altri titoli, e seguiteci su Facebook per conoscere tutti i nostri eventi.

 by MoMarOne

Lascia un commento