Blood Rage

Blood Rage

Lo chef prepara la vostra ultima cena: BLOOD RAGE

 

Giocatori: 2 – 4 (5 con l’espansione)

Difficoltà: media

Durata: gioco medio (20 min/giocatore)

Meccaniche: Maggioranze – Gestione Carte

 

Il “caso” di due anni fa. Il gioco che tutti volevano, introvabile per mesi e che, con difficoltà, siamo riusciti ad avere nella nostra collezione grazie anche al contributo dei nostri soci. Un gioco che fa dell’estetica di altissimo livello il suo punto di forza, ma che non per questo risulta essere banale o superficiale. Un titolo che ha sdoganato le miniature anche nel GdT, ri – nobilitando la plastica come materiale non sgradevole, e che ha aperto le porte a tutta una serie di cloni, più o meno riusciti, con lo stesso spirito: Game design che pesca da meccaniche note, alla portata di più o meno tutti i palati, con tante, tantissime miniature allo stato dell’arte a completare l’insieme. Apprezzabile innovazione o mera operazione commerciale, solo il tempo ce lo potrà dire. Intanto quello che rimane è un gioco solido, divertente e coinvolgente (e diciamocelo, maneggiare le miniature al posto dei cubetti ha il suo fascino) e che lascia i giocatori sempre appagati, e non è poco. Siamo dunque chiamati a gestire un clan di vichinghi assetati di sangue, che saccheggeranno e si daranno battaglia sui vari territori disponibili con il loro Capoclan a comandarli, mentre incombe su tutti il Ragnarok (l’apocalisse nella mitologia norrena) che brucerà tutto e tutti alla fine di ogni turno. Essendo il Ragnarok ciclico, ogni volta che i guerrieri moriranno in battaglia (cioè sempre) essi torneranno alla fine del turno per combattere in quello successivo. Il titolo propone diverse strategie per accumulare punti, che vanno dal saccheggio selvaggio, alla conquista, o persino a cercare di far morire i nostri guerrieri nel modo più valoroso possibile. Ci sono inoltre i giganteschi mostri che di volta in volta si alleeranno con il giocatore che li richiamerà sul piano terreno, e che daranno filo da torcere agli avversari. Inutile dire che l’interazione tra giocatori, in questo gioco sia spinta ai massimi livelli, così come non manca una certa dose di fortuna (non esistono dadi, ma ci sono le carte le cui combinazioni sono lo stesso affidate al caso) ma senza, per fortuna, arrivare ai livelli incontrollabili di altri titoli di conquista.

Saprete meritarvi un posto nel Valhalla? Venite in Tana ogni martedì a provare  questo e molte altri titoli, e seguiteci su Facebook per conoscere tutti i nostri eventi.

 by MoMarOne

Lascia un commento